Banner
Presentazione del volume "Architetture Rurali Tipiche" promosso e realizzato da Federarchitetti PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Venerdì 03 Maggio 2013 09:28
SABATO 4 MAGGIO AL CHIOSTRO DI S. SOFIA PRESENTAZIONE DEL VOLUME “ARCHITETTURE RURALI TIPICHE”

 

La manifestazione della mostra sulle “Architetture Rurali Tipiche” del 20 aprile, promossa e realizzata dalla Federarchitetti di Benevento, è stata prorogata fino al 5 maggio per il grande interesse manifestato  dagli operatori del mondo culturale e tecnico.

All’interno di tale contesto, un ulteriore iniziativa è stata promossa dalla Federarchitetti di Benevento

 per sabato 4 maggio alle ore 17,00 presso il chiostro di S. Sofia di Benevento e relativa alla presentazione del volume “Architetture Tipiche Rurali”.

Partendo dagli interventi di recupero effettuati dal gruppo di professionisti (arch. Carla Ferraro, arch. Vittorio Giangregorio, arch. Antonio Iannelli, arch. Nazzareno Iarrusso, arch. Maria Rosaria Guarino, arch. Antonia Mainolfi, ing. Giovanni Ruggiero, arch. Amata Verdino) che hanno ottenuto i finanziamenti previsti dalla misura 323 del PSR Campania 2007 – 2013, sono stati riportati alla luce pregevoli manufatti di edilizia rurale che caratterizzano le bellezze architettoniche del nostro paesaggio agrario molte delle quali di epoca longobarda (chiese, mulini, torri di avvistamento).

La Federarchitetti ritiene che il solo lavoro di recupero dell’edilizia rurale non sia sufficiente a creare le condizioni di sviluppo economico che la misura 323 del PSR Campania 2007-2013 si propone. In particolare, vi è la necessità che dette architetture rurali siano portate innanzitutto alla conoscenza del territorio di appartenenza per poi essere inserite in percorsi tematici di turismo rurale che, congiuntamente con le altre attività promosse dal PSR (per esempio agriturismo, enogastronomia, prodotti di qualità, eccellenze, ecc.), possano contribuire all’attrattività del territorio offrendo così nuove opportunità di sviluppo economico.

La pubblicazione, avvalendosi del contributo del prof. Giuseppe Marotta e della Prof.ssa Rossella del Prete dell’Università del Sannio, del prof. Alberto Cappelletti docente di estimo ed economia agraria di Portici, oltre agli interventi degli architetti Nazzareno Iarrusso, Carla Ferraro, Maria Rosaria Guarino, Antonia Mainolfi ed Amata Verdino, effettua una riflessione sulla qualità architettonica espressa in passato dal mondo rurale e sulle potenzialità economiche che il territorio può esprimere attraverso il recupero e la messa in rete delle architetture rurali della nostra provincia. 

 

Allegati:
Scarica questo file (invito 4 05a.jpg)invito 4 05a.jpg[ ]517 Kb
Ultimo aggiornamento ( Venerdì 03 Maggio 2013 09:38 )