Banner
Aggiornato il prezzario dei Lavori Pubblici in Campania PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione   
Domenica 13 Novembre 2011 21:35

DAL 10 OTTOBRE IN VIGORE IL NUOVO PREZZARIO 2011 PER I LAVORI PUBBLICI IN CAMPANIA

Per la stima dei lavori dei nuovi progetti inerenti i lavori pubblici e quelli ancora non appaltati entro il 30.06.2011 deve essere applicato il nuovo prezzario 2011 in vigore in Campania dal 10 ottobre 2011, in attuazione all’articolo 133 comma 8 del Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e  successive modificazioni ed integrazioni.Con la Delib.G.R. 04/10/2011, n. 508, pubblicata sul B.U.R. 10/10/2011, n. 64, la Regione Campania ha approvato, per l’anno 2011, l’aggiornamento del Prezzario dei lavori pubblici in Campania, la cui edizione 2010 è contenuta nella precedente Delib. G.R. 1914/2009.L'aggiornamento contempla essenzialmente un incremento del 3,64% di tutte le voci contenute nel vecchio prezzario nonché l'eliminazione, per l’anno 2011, del capitolo E.01.60 «Smaltimenti» prevedendo che le stazioni appaltanti faranno fronte al pagamento degli oneri per gli smaltimenti, dai quali sono sempre da escludere gli oneri relativi ai trasporti sino al sito della discarica, previa presentazione di apposita attestazione dello smaltimento e relativa fattura maggiorata solo del 15% a titolo di spese generali.

L'aumento percentuale sopra citato deriva da una media tra l'incremento del costo orario della manodopera, nel periodo compreso tra il primo trimestre dell’anno 2011 e il terzo trimestre 2009, periodo di riferimento della tariffa edizione 2010, pari al 2,38% secondo le rilevazioni del Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania e Molise, e l'incremento del prezzo dei materiali da costruzione, nel periodo compreso tra il primo trimestre dell’anno 2011 e il primo trimestre 2010, pari al 4,90% secondo l’ultimo rapporto ISTAT del 17/05/2011 relativo al primo trimestre 2011.
Quanto infine allo smaltimento dei materiali da scavo o da demolizione, si è scelta la soluzione sopra illustrata nelle more di una rivisitazione del relativo capitolo nelle voci e nei prezzi che tenga conto del costo di tutti i materiali (pericolosi e non pericolosi) che nel corso della realizzazione di opere o lavori pubblici occorre smaltire.

Ultimo aggiornamento ( Domenica 13 Novembre 2011 21:43 )